Organizzazione - Cammino di San Gerardo

Cammino di San Gerardo
Pellegrino, viandante o escursionista che tu sia, benvenuto!
Vai ai contenuti
Organizzazione


Quando nella vita si decide di realizzare qualcosa, è buona norma far precedere il tutto da una fase preparatoria che possiamo sintetizzare nei tre momenti fondamentali dell’organizzazione stessa che sono:

 
A - Analisi personale
 
B - Pianificazione
 
C – Allestimento dell’equipaggiamento

 
Il primo punto è sicuramente quello più delicato in quanto non sempre si riesce ad essere obiettivi quando si tratta di dare un giudizio su se stessi. Quando si decide di intraprendere un Cammino, la prima cosa da valutare sono le condizioni psico-fisiche personali, che devono essere il più possibili efficienti. Questo perché una non idonea preparazione fisica può portare a notevoli difficoltà nell’affrontare il percorso e ciò, di conseguenza, si riversa sulla nostra psiche con importanti implicazioni.

 
Nel caso, è quindi importante avere un buon allenamento a camminare su strade asfaltate, sterrate, prati, sentieri montani più o meno impegnativi. Tutto ciò, in relazione anche ai percorsi individuati e scelti per l’attività che andremo a svolgere. In questa fase quindi, e mi rivolgo in particolare a chi non svolge abitualmente  attività escursionistica, il periodo di preparazione fisica non può essere inferiore a cinque sei mesi con cadenza almeno settimanale.

 
Nella seconda fase i punti che dobbiamo avere sempre presenti sono i seguenti:

 
·         Tempo a nostra disposizione (uno o più giorni)
 
·         Periodo dell’anno più favorevole in base a quello che andremo a fare
 
·         Condizioni meteo previste nel periodo scelto
 
·         Chi sono i nostri compagni di viaggio
 
·         Punto di partenza e arrivo
 
·         Badget a nostra disposizione
 
·         Scelta dei punti di sosta e ristoro lungo il percorso
 
·         Mezzi per raggiungere il punto di partenza e successivo rientro
 
·         Cosa portare con se durante il cammino
 
·         Idonea attrezzatura (vedi pagina equipaggiamento)

 
Al terzo punto, anch’esso molto importante, si dovrà preparare ad una check-list del materiale che ci servirà durante il viaggio. Prima però di procedere a questa fase, è necessario fare un’altra valutazione importante che è quella che riguarda un eventuale mezzo di appoggio durante il percorso. La riflessione da fare è la seguente: spendere di più avendo un confort maggiore e più ampia possibilità di scelta per il materiale che ci accompagnerà durante il viaggio o tagliare questo costo e quindi limitare in tal senso l’equipaggiamento strettamente necessario al nostro fabbisogno personale? La risposta corretta non esiste ed ognuno deve decidere autonomamente in base alle esigenze personali.


2019 Cammino di San Gerardo


Torna ai contenuti