Opi - Gallinaro - Cammino di San Gerardo

Cammino di San Gerardo
Pellegrino, viandante o escursionista che tu sia, benvenuto!
Vai ai contenuti
ato. Tappa G04 - da Opi a Gallinaro


Tappa: accessibile a tutti, adeguatamente allenati
Distanza da percorrere: km 23,5
Tempo di percorrenza medio: 7 ore (NB: ore d.p. = ore dalla partenza)                                        
[I tempi di percorrenza sono calcolati sulla base di un escursionista che ha un buon allenamento e conoscenza dell’ambiente montano]
Grado di difficoltà: medio-alta (E.E.)
Opi (1250 m s.l.m.)
Gallinaro (560 m s.l.m.)
Dislivello complessivo (m): 290 ↗  - 980 ↘
Fondo: asfalto 5%, strada sterrata, sentiero                                                                        
Fonti d’acqua: Opi, San Donato Val di Comino, Settefrati, Gallinaro                                 
Segnaletica: presente nel tratto più in quota del percorso con segni rosso-bianco del PNALM
Percorsi nel PNALM : TR,F4,F7,P2,P1 (N.B.:sui sentieri all’interno del Parco, si deve accedere rigorosamente a piedi, non abbandonare mai i percorsi segnati e rispettare le disposizioni dell’Ente)
Comuni interessati: Opi, San Donato Val di Comino, Settefrati, Gallinaro
Percorribilità: inverno ed inizio primavera, solo per Esperti di Ambiente Innevato (E.A.I.) con idoneo equipaggiamento e conoscenze dell’uso dello stesso
 
 
Partendo da Opi (1250 m slm), dalla Chiesa di Santa Maria Assunta, in Via San Giovanni, edificata nel XII secolo, si imbocca la strada che scende verso sud al bivio del paese. Si imbocca il sentiero nei pressi di un fontanile, si segue per un tratto il vecchio Tratturo Pescasseroli-Foggia, tra Colle Mandrile e Colle Frassineto, lo si abbandona deviando verso destra, in direzione sud, dirigendosi verso Valle Fredda. Alla fine della radura si imbocca il sentiero a destra, in direzione nord-ovest, che porta sulla strada statale 509, all’altezza dell’imbocco della strada per Macchia Palombo (1501 m slm; 01.30 ore d.p.). Si segue il sentiero, quasi parallelo alla strada statale, fino al Passo di Forca d’Acero (1534 m slm; 02.00 ore d.p.). Si prosegue il percorso in direzione della località Pietra dell’Acqua, dopo aver superato i rifugi La valletta e Duca d’Aosta, si entra in una magnifica pineta e su comodo percorso si arriva a San Donato Val di Comino (728 m slm; 04.30 ore d.p.). Dopo  una visita alla Chiesa di San Donato Vescovo, in Largo San Donato, edificata nel 778 d.C., si riprende il cammino verso Pietrafitta, frazione di Settefrati, ove incontriamo la Cappella di Santa Felicita, in località Acquasanta, luogo di sosta e di preghiera da tempo immemorabile, grazie all’impegno dei custodi della famiglia Colarossi (490 m slm; 06.00 ore d.p.). Dirigendosi verso il centro abitato della frazione, si devia a sinistra, e dopo qualche centinaio di metri, si imbocca la strada sterrata sulla destra,che, continuando in lieve discesa, conduce ad un ristorante,nei pressi del quale si svolta a destra e si prosegue in direzione di Gallinaro. Prima in discesa, superato il torrente Rio, si risale verso il centro del paese fino all’arrivo alla Chiesa di San Gerardo (560 m slm; 07.00 ore d.p.).
2019 Cammino di San Gerardo


Torna ai contenuti