Pizzone - Canneto (Settefrati) - Cammino di San Gerardo

Cammino di San Gerardo
Pellegrino, viandante o escursionista che tu sia, benvenuto!
Vai ai contenuti
Tappa G06 - da Pizzone a Canneto (Settefrati)

Tappa: accessibile a tutti, adeguatamente allenati
Distanza: da percorrere: km 20,6 circa
Tempo di percorrenza medio: 9 ore (NB: ore d.p. = ore dalla partenza)                                        
[I tempi di percorrenza sono calcolati sulla base di un escursionista che ha un buon allenamento e conoscenza dell’ambiente montano]
Grado di difficoltà: molto impegnativa (E.E.)
Pizzone (730 m s.l.m.)
Canneto (Settefrati) (1030 m s.l.m.)
Dislivello complessivo in metri : 1250 ↗  - 960 ↘
Fondo: asfalto 20%, strada sterrata, sentiero                                                                        
Fonti d’acqua:  Pizzone, Valle Fiorita, Fonte Chiariglio, Canneto (Settefrati)
Segnaletica: presente nel tratto più in quota del percorso con segni rosso-bianco del PNALM
Percorsi nel PNALM : M1,N1,K3,N3 (N.B.:sui sentieri all’interno del Parco, si deve accedere rigorosamente a piedi, non abbandonare mai i percorsi segnati e rispettare le disposizioni dell’Ente)
Comuni interessati: Pizzone, Canneto (Settefrati)
Percorribilità: inverno ed inizio primavera, solo per Esperti di Ambiente Innevato (E.A.I.) con idoneo equipaggiamento e conoscenza dell’uso dello stesso
 

 
 
Partendo da Pizzone (730 m slm) dalla Chiesa di San Nicola in Via Porta Pia, edificata nel 1318, si attraversa il centro del paese per imboccare la strada che conduce a Valle Fiorita. Superata la località di Valle Vigna Lunga, attraverso numerosi tornanti, caratterizzati da magnifici boschi di faggio e panorami interessanti sul territorio molisano, si arriva a Iannine, poi al pianoro di Valle Fiorita e al Rifugio del Falco (1397 m slm; 03.00 ore d.p.). Proseguendo lungo il Piano delle Forme, si arriva al Rifugio omonimo, quindi a Valle Pagana fino al Passo dei Monaci (1967 m slm; 05.00 ore d.p.). Superato il passo, si prende il sentiero per Prato di Mezzo, e, dopo mezz’ora circa, si devia a destra, in direzione nord-ovest, procedendo verso Pratolungo in direzione stazzo Cavallaro, deviando poco prima a sinistra ad ovest verso Fonte Chiariglio (1700 m slm; 07.00 ore d.p.). Su ripido sentiero, superando numerosi tornanti, si scende verso la valle di Canneto e, arrivati al fondovalle, incontriamo un canale di captazione delle acque della sorgente omonima; superato il canale attraverso un ponte, scorgiamo l’imponente Basilica Pontificia Minore di Maria Santissima di Canneto, che si raggiunge dopo poche decine di metri(1030 m slm; 09.00 ore d.p.).
2019 Cammino di San Gerardo


Torna ai contenuti