Ceprano_Santopadre - Cammino di San Gerardo

Cammino di San Gerardo
Pellegrino, viandante o escursionista che tu sia, benvenuto!
Vai ai contenuti
Tappa G14 - da Ceprano a Santopadre


Tappa: Tappa: accessibile a tutti, adeguatamente allenati
 
Distanza: da percorrere: km 22.9 circa
 
Tempo di percorrenza medio: 7 ore (NB: ore d.p. = ore dalla partenza)                                        
[I tempi di percorrenza sono calcolati sulla base di un escursionista che ha un buon allenamento e conoscenza dell’ambiente montano]
 
Grado di difficoltà: medio (E.)
 
Ceprano (105 m s.l.m.)
 
Santopadre (730 m s.l.m.)
 
Dislivello complessivo in metri : 400 ↗  - 100 ↘
 
Fondo: asfalto 50%, strada sterrata, sentiero                                                                        
Fonti d’acqua: Ceprano, Arce, Fontanella, Rocca d’Arce, Santopadre
 
Segnaletica: non presente, visti i diversi tratti urbani del percorso                                  
 
Comuni interessati: Ceprano, Arce, Rocca d’Arce, Santopadre

 
Percorribilità: tutto l’anno
 
 
Partendo da Ceprano (105 m slm), dal piazzale antistante la Chiesa Collegiata di Santa Maria Maggiore in Piazza Cavour, edificata nella seconda metà dell’XI secolo, contenente le reliquie ed una preziosa statua lignea di Sant’Arduino risalente al VII secolo d.C., si procede in direzione nord, si supera il ponte sul fiume Liri, prendendo poco più avanti la strada a destra sulla rotatoria, e poco oltre si imbocca una strada a sinistra, in direzione nord-est. Continuando si arriva sul lago artificiale  di San Giacomo (127 m slm; 00.30 ore d.p.), incontrando poi in successione le contrade di Collemezzo, Collenoci e Portone, dove si incrocia la strada Arce-Ceprano. Proseguendo su strade secondarie per evitare il traffico cittadino, si incontra la torre del Pedaggio o Saracena, che ha costituito per secoli un presidio militare posto a controllo del traffico sul fiume Liri; poco dopo si arriva alla chiesa di Sant’Eleuterio Protettore di Arce (143 m slm; 03.00 ore d.p.). Ripreso il cammino, si superano le frazioni di Muzi e Vallefredda, fino ad arrivare in località Fontanella, ove si incontra una sorgente con ottima acqua (230 m slm; 03.30 ore d.p.); a seguire si attraversa la frazione di Torti, arrivando al centro di Rocca d’Arce (507 m slm; 04.30 ore d.p.). Dopo la visita alla chiesa di Santa Maria Assunta e San Bernardo edificata nel XIV secolo, in via Roma, si riprende il cammino in direzione nord, raggiungendo le frazioni di Madonna di Paris, Cafanta e Collepizzuto, fino a Santopadre (730 m slm; 07.00 ore d.p.).
2019 Cammino di San Gerardo


Torna ai contenuti