Santopadre_Gallinaro - Cammino di San Gerardo

Cammino di San Gerardo
Pellegrino, viandante o escursionista che tu sia, benvenuto!
Vai ai contenuti
Tappa G15 - da Santopadre a Gallinaro


Tappa: accessibile a tutti, adeguatamente allenati
Distanza: da percorrere: km 21,6 circa
Tempo di percorrenza medio: 7 ore (NB: ore d.p. = ore dalla partenza)                                        
[I tempi di percorrenza sono calcolati sulla base di un escursionista che ha un buon allenamento e conoscenza dell’ambiente montano]
Grado di difficoltà: medio (E.)
Santopadre (730 m s.l.m.)
Gallinaro (560 m s.l.m.)
Dislivello complessivo in metri : 260 ↗  - 430​ ↘
Fondo: asfalto 60%, strada sterrata, sentiero                                                                        
Fonti d’acqua: Santopadre, Casalvieri, Gallinaro
Segnaletica: non presente, visti i diversi tratti urbani del percorso                                   
Comuni interessati: Santopadre, Casalvieri, Gallinaro
Percorribilità: tutto l’anno
 
Partendo da Santopadre (730 m slm), dalla Chiesa di San Folco Pellegrino in piazza d’Emilio, edificata nel XVI secolo, si imbocca la strada in direzione nord, dopo poche decine di metri si svolta a destra, lasciando alle spalle il centro abitato del paese, e si prosegue verso le contrade di Cecotto e Madonna delle Fosse (695 m slm; 00.30 ore d.p.). Suggestivi scenari vengono offerti dalle Gole del Melfa, guardando in direzione sud-est, e, continuando sul percorso, si arriva a Sant’Amasio (657 m slm; 01.30 ore d.p.), frazione di Arpino. Proseguendo si incontra un bivio , dove percorrendo la strada sulla destra si giunge sul Colle di Togna (685 m slm; 02.00 ore d.p.). Si prende, quindi, il sentiero in direzione est, che scende piuttosto ripidamento verso Casalvieri, fino alla Chiesa di San Giovanni Battista ed Evangelista in Piazza San Giovanni (380 m slm; 02.30 ore d.p.). Si percorre la strada che porta verso il fiume Melfa, in località Contrada Casal le Mole, ove è possibile ammirare sul fiume i resti di un ponte Romano , la cui costruzione si fa risalire al III secolo d.C., ancora relativamente ben conservato, anche se sottoposto a numerosi interventi di restauro (298 m slm; 03.30 ore d.p.). Su un monotono sentiero si prosegue in direzione est verso la Località Sode, comune di Atina, proseguendo verso il ponte sul torrente Riomolle (328 m slm; 05.30 ore d.p.); da qui si lascia la contrada Selvapiana, risalendo verso Colle Maggio, Colle Mulino, fino ad arrivare a Gallinaro, in Piazza San Gerardo antistante la chiesa dedicata al Patrono del paese (560 m slm; 07.00 ore d.p.).
2019 Cammino di San Gerardo


Torna ai contenuti